MyShindig
BRAMITO DEL CERVO NEL PARCO DELLO STELVIO ESPERIENZA NATURALISTICA e FOTOGRAFICA

BRAMITO DEL CERVO NEL PARCO DELLO STELVIO ESPERIENZA NATURALISTICA e FOTOGRAFICA

220,00 €

Commissioni di servizio 1 €
01 Ottobre 2022 15:00
02 Ottobre 2022 12:00
Come arrivare

Pejo (Trento)

BRAMITO DEL CERVO NEL PARCO DELLO STELVIO ESPERIENZA NATURALISTICA e FOTOGRAFICA

n’esperienza unica per chi vuole imparare a muoversi sul campo e fotografare i cervi nel periodo degli amori.
Due giorni totalmente immersi nei boschi della Val di Pejo per scoprire tracce, rumori, suoni degli animali. 

L’autunno in Val di Pejo è magico. I boschi si colorano di mille sfumature e l’aria diventa frizzante. Ogni anno in questo periodo, tra la fine di settembre e metà di ottobre, imponente risuona la voce del re dei boschi: il cervo.

Durante questo periodo, infatti, si può facilmente assistere al bramito, particolare rituale di corteggiamento dei cervi, ungulati dalle abitudini crepuscolari che si possono osservare nelle radure al limite del bosco.

Il bramito del cervo risveglia emozioni incredibili in chi lo ascolta, una sensazione tra la paura e la meraviglia.

In Val di Pejo, nel Parco Nazionale dello Stelvio (Val di Sole-Trentino) si può godere appieno di questo vero e proprio spettacolo della Natura. Soprattutto al tramonto ed all’alba i cervi duellano in un rituale fatto di richiami potenti e continui.

Questo permette di osservare facilmente questi ungulati, facendo attenzione a non disturbarli in un momento fondamentale della loro vita.

 

È possibile organizzare il tour in formula privata in date diverse (da metà settembre alla seconda settimana di ottobre) – contattaci.
 

Organizzazione tecnica e collaborazione con:


 


 

Programma e dettagli
Il mercoledì prima dell’uscita verrà organizzato un briefing per conoscere le esigenze del gruppo e informare sull’attività.

Sabato

Ritrovo ore 15 a Pejo paese.
Facile escursione verso masi Zampil e Masi Vallenaia.
Durante la camminata ci si fermerà per studiare ad osservare i segni degli animali e a cercarli con il binocolo e il cannocchiale.
Con un po’ di fortuna potremo fotografare camosci, cervi, l’aquila e altri animali oltre il paesaggio del parco.

Ore 18 arrivo in baita. Prima di cena breve proiezione fotografica sulla fauna del parco, come riconoscerla e come comportarsi. L’etica del naturalista e del fotografo naturalista.
Cena in baita auto-organizzata.

Ore 21:00 uscita notturna di 1 ora per osservare e ascoltare la fauna del bosco. Durante l’uscita potremo sentire il bramito del cervo.
Pernottamento in baita.

Domenica

Sveglia presto (ore 5:30) per uscire ad osservare e fotografare il cervo in amore. Sessioni in appostamento.
Ci aspetta una semplice escursione, muniti di binocoli e macchina fotografica. Con un po’ di fortuna potremo osservare il cervo e ascoltare il suo forte bramito.

Ore 8:30/9:00 rientro in baita e colazione.
Ore 11:00 rientro a Pejo Paese.

 


 

Docenti:
  • MIRKO SOTGIU
Fotografo professionista specializzato in ambienti montani. Filmmaker, alpinista e giornalista, lavora con le maggiori testate di viaggio e montagna dal 1997. Ha all’attivo spedizioni, documentari e libri sul tema della biodiversità e natura. Si occupa di fotografia di outdoor. sito: www.alpinfoto.it

Temi e finalità
 

Temi trattati

Metodi di osservazione della fauna, organizzazione di un appostamento fotografico. Pianificazione e comprensione dell’habitat.

Etologia del cervo (Cervus elephaus)

Shooting nell’ambiente naturale, consigli pratici per la fotografia di paesaggio e fauna

Comportamento etico del fotografo e osservatore naturalista.

Il corso è rivolto a tutti i possessori di una macchina fotografica Reflex o mirrorless che abbiano già una minima conoscenza sull’uso dello strumento e del corredo ad esso annesso. (tempi diaframmi, iso).

Buono a sapersi
Macchina fotografica reflex/mirrorless e/o altri dispositivi foto/video.

Consigliate ottiche tele (dal 200mm e oltre).

Ottiche grandangolari o normali per il paesaggio. Treppiede.

Abbigliamento da montagna, scarponi da trekking, sacco a pelo, luce frontale.

Spuntini e pasti durante il giorno.

Mirko Sotgiu  - Accompagnatore di Media Montagna e Fotografo Mirko Sotgiu  - Accompagnatore di Media Montagna e Fotografo Mirko Sotgiu - Accompagnatore di Media Montagna e Fotografo Sono Mirko, Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide del Trentino. Vivo da sempre in montagna, ambiente che adoro e dove lavoro come fotografo e giornalista del 1997. Ho raccontato le Alpi in tutti i modi, su riviste nazionali, internazionali, blog e sui miei canali. Segue la mia bio ufficiale:“Credo che dal punto di vista della fotografia di paesaggio, tutti noi scegliamo di riprodurre non immagini a caso, magli scenari che preferiamo. Da qui inizia il mio percorso attraversando “le mie montagne” e lo studio del rapporto, trafotografo e montagna”.“Mirko Sotgiu è innanzitutto un amante della Montagna, un alpinista e poi un fotografo professionista specializzato inquesto ambiente. Uno che in montagna vive e lavora, e della montagna sa celebrare le doti di forza e purezza.”Oasis n°95 – 2008BiografiaMirko Sotgiu come molti fotografi inizia la sua carriera come apprendista, “in bottega”, la montagna è una passioneche ha fin da bambino. A 18 anni inizia come operatore cinevideo per poi approdare al mondo della regia didocumentari e cortometraggi. Contemporaneamente si dedica alla fotografia di reportage, paesaggio con approccio dasubito professionale seguendo fotografi professionisti del settore del reportage geografico. Lavora dal 1997, realizzandoservizi fotografici e documentari, con riviste e siti web del settore del turismo, montagna, sport, natura oltre produrrevideo per importanti reti televisive e brand del settore outdoor. Lavora costantemente con le redazioni di Natura, Oasis,Meridiani, Meridiani Montagne, Bell'Europa, Desnivel, Alpes, Country&Travel. Nel settore cinematografico e videoha lavorato con, RAI, ZDF, BSkyB, ha realizzato negli anni filmati di sports outdoor e viaggio avventura. Specializzatoin fotografia e film in ambiente montano, essendo un alpinista, ha viaggiato in tutte le catene montuose europee e nonsolo, realizzando un ricco archivio dalle immagini di paesaggio/natura a quelle più estreme di alpinismo e spedizioni.Nel 2008 inizia una collaborazione per il progetto “Share Everest” con United Nation Envinronment Programme e l'EvK2 CNR con i suoi slideshow e filmati di sensibilizzazione sul'ambiente montano. Collabora assieme a botanici ericercatori nella redazione di studi su botanica e clima per i parchi alpini, prealpini e montuosi marittimi per WWF suprogetti Natura 2000. Ha collaborato come Photoeditor del magazine internazionale “Msox Manfrotto School ofXcellence” e la rivista di viaggio Ev-Magazine.Nel 2014 e 2015 ha partecipato ad un progetto del Forest Stewardship Council.Dal 2016 fa parte di OpenCircle – Sharing Outdoor Passion, agenzia di produzione media visivi legati al mondodell'avventura e sport estremiMembro di: TAU Visual - Photographer Association, GIST – Gruppo Italiano Stampa TuristicaPubblicazioni su: DigiPhoto (Rep Ceca), ALP Grandi Montagne, Vivalda Editori, ViverelaMontagna (Svizzera),QuiTouring, Piemonte Parchi, Rivista del CAI, Lo Scarpone, Orobie, Montagnard, Naturalmente Natura, AgriturismoNatura e Sapori, NatGeo, Rivista del Touring, Bell'Italia, Bravacasa, Case Country, Telemarktribe, Asferico, Alpinia,Vie dell'Est.Collabora attivamente in progetti di comunicazione e libri, fra i quali Parco Naturale delle Orobie Valtellinesi, ParcoRegionale delle Groane, Parco Regionale del Serio, Parco Regionale delle Lame del Sesia, Parco Regionale delleGrigne, Parco Adda Nord, WWF Italia, FSC Italia, Ev-K2-CNR, Montagna.tv.Collabora con alcune associazioni nazionali e internazionali, strettamente sul mondo della montagna con MountainWilderness Association.Giornalista iscritto albo dell'ordine dei giornalisti.Mostre ed eventi:Nel 2014, “Sguardi su Madrid” mostra esposta alla Triennale di Milano per “l'Arte al tempo della Crisi” e “EspressioneNaturale” a Palazzo Turato – Photofestival 2014.Negli ultimi dieci hanni ha anche esposto mostre itineranti fra cui “Viaggio nelle Alpi”, “Istantanee di Territori”, “Alpi,ecostistema in pericolo” per Greenpeace a Trezzo d'Adda.Mostra “Atmosfere alpine” nel 2009 a Bergamo, Lugano, Novara, Varese.Ha proiettato nel 2008 il video “Climate Change” per la conferenza internazionale ONU-Unep “Mountains as Earlyindicators of climate change” a Padova, sempre nel 2008 ha proiettato il film “Espalemit” proiettato al MountainPhotoFestival di Aosta nel 2008.Dal 2015 è partito un nuovo tour di conferenze “La mia montagna”, presso “il grande sentiero” a Bergamo, Parco delloStelvio e in rifugi sparsi per l'arco alpino. Scopri

Le mie foto

Prossimi eventi
di questo organizzatore

MyShindig
Unisciti ai gruppi Facebook
MyShindig Arts MyShindig Music MyShindig Experiences
Come funziona? Esplora gli Shindig Scopri le Locations Conosci gli Shinders
Cos'è Stripe? Termini e Condizioni Privacy Policy Cookie Policy
Stripe

© 2022 E-SOUL S.r.l.
Via Ulisse Gobbi 5 20136 Milano (MI)
P.I. 10014240963 - contact@myshindig.events

by zoonect