MyShindig
Ciaspolata fotografica a cospetto del Monte Bianco

Ciaspolata fotografica a cospetto del Monte Bianco

240,00 €

Commissioni di servizio 1 €
25 Febbraio 2023 10:00
26 Febbraio 2023 15:00
Come arrivare

Courmayeur (Aosta)

Ciaspolata fotografica a cospetto del Monte Bianco

Un weekend fotografico in ciaspole, esclusivo sulla neve in comodo rifugio.
Saliremo in val Ferret, con le ciaspole, per fotografare a cospetto del gigante delle Alpi: Il Monte Bianco.
Non occorre raggiungere le quote vertiginose di 4000m per poter ammirare, quello che un noto spot intitolava, “spettacolo massiccio“. 

Corso di fotografia sul paesaggio invernale a Courmayer. Saliremo al famoso balcone della Val Ferret  uno dei posti migliori per fotografare il versante italiano del Monte Bianco, luogo affascinante con un panorama indimenticabile. Un week end in montagna per fotografare il massiccio dall’alba al tramonto e anche di notte. Con le ciaspole si raggiungerà il rifugio Bonatti o Bertone (a seconda delle condizioni meteo e sicurezza) lungo un percorso mai difficile. Dopo cena seguirà una sessione di fotografia notturna sotto il cielo terso di alta montagna.


La sveglia sarà presto per fotografare le prime luci dell’alba sulle pareti delle Grande Jorasses e il Monte Bianco, un momento suggestivo che regala attimi veloci per fotografare. Uno degli spettacoli più emozionanti delle Alpi.
L’esperienza è adatta a tutti, anche a chi non ha mai frequentato un ambiente invernale. I percorsi sono facili e richiedono una minima capacità fisica a camminare in montagna. Le ciaspole sono comprese nel prezzo.


Programma e dettagli

 

1° giorno
Ritrovo a Courmayeur e salita al rifugio Bertone.
Ciaspolata lungo l’itinerario che porta al rifugio Bertone che si svolge su sentiero battuto in un bellissimo bosco sopra Courmayeur.
Dopo la sistemazione in rifugio briefing tecnico/pratico e lezione sulle tecniche di fotografia.
Dopo l’ottima cena, serata dedicata alla fotografia notturna e astronomica nei dintorni del rifugio.

2° giorno:
Alba fotografica ed escursione con le ciaspole per fotografare il Monte Bianco
Sveglia prima dell’alba per essere pronti a fotografare l’arrivo del sole sul massiccio del Monte Bianco. A seguire escursione nei dintorni del rifugio alla ricerca dei panorami migliori. Rientro in rifugio per il pranzo e rientro per le ore 15.30.

Temi e finalità

Briefing sull’attrezzatura e zaino per la fotografia invernale itinerante.
Ripasso su esposizione a destra, come comportarsi con le alte luci.
Fotografia notturna (base)
Fotografare con la neve, scelta delle ottiche e uso creativo.
Fotografare il paesaggio notturno.
L’importanza del treppiede e della testa Esercitazioni pratiche.
L’uso delle ciaspole per l’attività fotografica, accessori “invernali” del fotografo.

Questo corso offre un’esperienza unica sia giornaliera che notturna. Lo scopo è quello di formare i partecipanti in modo da renderli in grado di affrontare in sicurezza le attività fotografiche invernali.
Realizzare un reportage fotografico in inverno con temi riguardandi il paesaggio e lo sport. Quali sono i soggetti fotografabili in quota in inverno.

Buono a sapersi

Si può partecipare con qualsiasi tipo di macchina fotografica, anche a pellicola. E’ consigliato l’uso del treppiede.

Le temperature in questa stagione posso scendere sotto  0°C tutto il giorno

Abbigliamento da montagna invernale, scarponi da trekking impermeabili.
Sacco lenzuolo per il rifugio.
Pranzo al sacco.

La quota comprende:
  • Docenza da parte di Mirko Sotgiu fotografo professionista e Mountain Leader.
  • Accompagnamento guida media montagna – IUAGM –  Mountain Kingdom
  • Possibilità di provare filtri professionali LEE
  • Possibilità di provare flash professionali Nikon
  • Dotazione comune di sicurezza (artva obbligatorio per legge)
  • Noleggio racchette da neve
  • Spese delle guide.

La quota non comprende:

  • Trasferimenti da e per luogo di ritrovo (navetta val ferret)
  • Pernottamento in rifugio (65€ mezza pensione, doccia e tassa si soggiorno, escluso bevande).
  • Pranzi di mezzogiorno, extra a cena. (al sacco).
  • Attrezzatura fotografica, abbigliamento e attrezzatura da trekking
  • Bastoni da trekking
  • Tutto ciò non menzionato in “la quota comprende”
Mirko Sotgiu  - Accompagnatore di Media Montagna e Fotografo Mirko Sotgiu  - Accompagnatore di Media Montagna e Fotografo Mirko Sotgiu - Accompagnatore di Media Montagna e Fotografo Sono Mirko, Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide del Trentino. Vivo da sempre in montagna, ambiente che adoro e dove lavoro come fotografo e giornalista del 1997. Ho raccontato le Alpi in tutti i modi, su riviste nazionali, internazionali, blog e sui miei canali. Segue la mia bio ufficiale:“Credo che dal punto di vista della fotografia di paesaggio, tutti noi scegliamo di riprodurre non immagini a caso, magli scenari che preferiamo. Da qui inizia il mio percorso attraversando “le mie montagne” e lo studio del rapporto, trafotografo e montagna”.“Mirko Sotgiu è innanzitutto un amante della Montagna, un alpinista e poi un fotografo professionista specializzato inquesto ambiente. Uno che in montagna vive e lavora, e della montagna sa celebrare le doti di forza e purezza.”Oasis n°95 – 2008BiografiaMirko Sotgiu come molti fotografi inizia la sua carriera come apprendista, “in bottega”, la montagna è una passioneche ha fin da bambino. A 18 anni inizia come operatore cinevideo per poi approdare al mondo della regia didocumentari e cortometraggi. Contemporaneamente si dedica alla fotografia di reportage, paesaggio con approccio dasubito professionale seguendo fotografi professionisti del settore del reportage geografico. Lavora dal 1997, realizzandoservizi fotografici e documentari, con riviste e siti web del settore del turismo, montagna, sport, natura oltre produrrevideo per importanti reti televisive e brand del settore outdoor. Lavora costantemente con le redazioni di Natura, Oasis,Meridiani, Meridiani Montagne, Bell'Europa, Desnivel, Alpes, Country&Travel. Nel settore cinematografico e videoha lavorato con, RAI, ZDF, BSkyB, ha realizzato negli anni filmati di sports outdoor e viaggio avventura. Specializzatoin fotografia e film in ambiente montano, essendo un alpinista, ha viaggiato in tutte le catene montuose europee e nonsolo, realizzando un ricco archivio dalle immagini di paesaggio/natura a quelle più estreme di alpinismo e spedizioni.Nel 2008 inizia una collaborazione per il progetto “Share Everest” con United Nation Envinronment Programme e l'EvK2 CNR con i suoi slideshow e filmati di sensibilizzazione sul'ambiente montano. Collabora assieme a botanici ericercatori nella redazione di studi su botanica e clima per i parchi alpini, prealpini e montuosi marittimi per WWF suprogetti Natura 2000. Ha collaborato come Photoeditor del magazine internazionale “Msox Manfrotto School ofXcellence” e la rivista di viaggio Ev-Magazine.Nel 2014 e 2015 ha partecipato ad un progetto del Forest Stewardship Council.Dal 2016 fa parte di OpenCircle – Sharing Outdoor Passion, agenzia di produzione media visivi legati al mondodell'avventura e sport estremiMembro di: TAU Visual - Photographer Association, GIST – Gruppo Italiano Stampa TuristicaPubblicazioni su: DigiPhoto (Rep Ceca), ALP Grandi Montagne, Vivalda Editori, ViverelaMontagna (Svizzera),QuiTouring, Piemonte Parchi, Rivista del CAI, Lo Scarpone, Orobie, Montagnard, Naturalmente Natura, AgriturismoNatura e Sapori, NatGeo, Rivista del Touring, Bell'Italia, Bravacasa, Case Country, Telemarktribe, Asferico, Alpinia,Vie dell'Est.Collabora attivamente in progetti di comunicazione e libri, fra i quali Parco Naturale delle Orobie Valtellinesi, ParcoRegionale delle Groane, Parco Regionale del Serio, Parco Regionale delle Lame del Sesia, Parco Regionale delleGrigne, Parco Adda Nord, WWF Italia, FSC Italia, Ev-K2-CNR, Montagna.tv.Collabora con alcune associazioni nazionali e internazionali, strettamente sul mondo della montagna con MountainWilderness Association.Giornalista iscritto albo dell'ordine dei giornalisti.Mostre ed eventi:Nel 2014, “Sguardi su Madrid” mostra esposta alla Triennale di Milano per “l'Arte al tempo della Crisi” e “EspressioneNaturale” a Palazzo Turato – Photofestival 2014.Negli ultimi dieci hanni ha anche esposto mostre itineranti fra cui “Viaggio nelle Alpi”, “Istantanee di Territori”, “Alpi,ecostistema in pericolo” per Greenpeace a Trezzo d'Adda.Mostra “Atmosfere alpine” nel 2009 a Bergamo, Lugano, Novara, Varese.Ha proiettato nel 2008 il video “Climate Change” per la conferenza internazionale ONU-Unep “Mountains as Earlyindicators of climate change” a Padova, sempre nel 2008 ha proiettato il film “Espalemit” proiettato al MountainPhotoFestival di Aosta nel 2008.Dal 2015 è partito un nuovo tour di conferenze “La mia montagna”, presso “il grande sentiero” a Bergamo, Parco delloStelvio e in rifugi sparsi per l'arco alpino. Scopri

Le mie foto

Prossimi eventi
di questo organizzatore

MyShindig
Unisciti ai gruppi Facebook
MyShindig Arts MyShindig Music MyShindig Experiences
Come funziona? Esplora gli Shindig Scopri le Locations Conosci gli Shinders
Cos'è Stripe? Termini e Condizioni Privacy Policy Cookie Policy
Stripe

© 2023 E-SOUL S.r.l.
Via Ulisse Gobbi 5 20136 Milano (MI)
P.I. 10014240963 - contact@myshindig.events

by zoonect